Archivi categoria: Medicina e Salute

Medicina e chirurgia a Milano

Chirurgia estetica a Milano: i prezzi dei diversi tipi di intervento

Il contesto

Quando parliamo di chirurgia estetica (o chirurgia cosmetica) ci riferiamo a quel ramo della chirurgia plastica che ha come scopo quello di correggere o migliorare l’aspetto fisico del/della paziente: il viso (naso, palpebre, zigomi, mento, labbra, orecchie, rimozione delle rughe); il seno (ingrandimento, riduzione, rassodamento), i capelli (trapianto). Ma la chirurgia estetica si occupa anche di ricostruzione dei muscoli dell’addome e di rimozione del tessuto adiposo. Ha inoltre un ruolo anche in presenza di ginecomastia nell’uomo (sviluppo delle mammelle formate da tessuto ghiandolare e grasso).

Premessa

Poiché parliamo di un qualcosa che va ad incidere sulla SALUTE dei pazienti e sul loro benessere fisico e/o psicologico al fine di una vita sana ed equilibrata, il PREZZO dell’intervento dovrebbe essere un “valore” secondario. Purtroppo sappiamo che nella realtà non è così: il prezzo costituisce uno degli elementi principali di scelta, anche se accanto a molti altri.

ELEMENTI che determinano il prezzo dell’intervento a Milano così come nelle altre città italiane

In generale possiamo dire che il prezzo di ogni intervento varia da paziente a paziente, a seconda dell’entità del difetto che deve essere corretto/rimosso e quindi dalla difficoltà tecnico-scientifica dell’operazione stessa. Questi semplici fattori vengono rilevati al momento della visita preliminare precedente all’operazione, durante la quale il chirurgo dovrebbe prendere visione dell’anamnesi del/della paziente, senza trascurare l’aspetto psicologico.

Detto tutto ciò a carattere teorico, il prezzo vero e proprio dipende principalmente dall’esperienza/fama del chirurgo plastico e dal tipo di struttura (pubblica o privata) nella quale verrà eseguito l’intervento. Di non poco conto rivestono anche i fattori relativi al costo e alla qualità dei materiali utilizzati (per es. il costo/qualità delle protesi) e la quantità/qualità dello staff presente in sala operatoria (anestesista, infermieri, altri medici).

PREZZI MEDI dei singoli interventi a Milano

Poiché -come abbiamo visto- i FATTORI che incidono sul prezzo di ogni intervento sono VARIABILI, per ogni TIPOLOGIA di operazione è possibile solo indicare valori minimi e massimi.

Sul sito www.mastoplasticadditiva.it oltre il poter entrare in contatto con chirurghi professionisti che possono rispondere a tutte le vostre perplessità, potete trovare tutte le informazioni utili per l’intervento.

Nel frattempo pero’ vogliamo darvi una panoramica dei costi in genere.

VISO (prezzi MEDI in euro):

* blefaroplastica (occhi e palpebre) da 2.500 a 4.500;

* cheiloplastica (labbra) da 1.000 a 2.500;

* rinoplastica (naso) da 2.500 a 6.000;

* mentoplastica (mento) da 2.000 a 3.500;

* otoplastica (orecchie) da 2.000 a 3.000;

* lifting del viso da 6.500 a 12.000;

* lifting del collo da 4.000 a 6.000;

* aumento degli zigomi da 2.000 a 3.000.

SENO (prezzi MEDI in euro):

* mastoplastica additiva (aumento volume seno) da 4.800 a 9.000;

* mastoplastica riduttiva (riduzione volume seno) da 6.500 a 11.000;

* mastopessi (risollevamento seno) da 6.000 a 9.000;

* ginecomastia (eliminazione tessuto mammario nell’uomo) da 3.000 a 5.500.

CORPO (prezzi MEDI in euro):

* gluteoplastica (lipofilling o lipostruttura) da 5.000 a 6.000;

* aumento dei glutei con protesi da 6.000 a 7.000;

* liposuzione (aspirazione del grasso in eccesso) da 2.500 a 8.000;

* addominoplastica (rimodellamento dell’addome) da 6.000 a 12.000;

* lifting braccia (riduzione deposito di grasso) da 4.000 a 6.000;

* lifting cosce (riduzione del deposito di grasso) da 5.000 a 8.000.

Interventi di mastoplastica riduttiva a Firenze

La mastoplastica riduttiva è un intervento di chirurgia estetica riguardante il seno, il quale ha come fine, appunto, la riduzione del volume della mammella.

Che cos’è la mastoplastica riduttiva?

Sicuramente, l’intervento di mastoplastica riduttiva è meno consueto rispetto a quello di mastoplastica additiva, ovvero il diffuso intervento finalizzato ad incrementare il volume del seno.

Secondo i diffusi canoni estetici, in effetti, il seno prosperoso è considerato piacevole, attraente, nonostante ciò la mastoplastica riduttiva può essere effettuata anche per ragioni esclusivamente estetiche.

In quali casi è consigliabile una mastoplastica riduttiva?

La mastoplastica riduttiva può essere la soluzione ideale nel caso in cui una donna abbia un seno eccessivamente grande, non proporzionato rispetto alla silhouette; per quanto sia vero che un seno voluminoso possa esser piacevole, un seno troppo evidente può risultare antiestetico e può certamente essere causa di disagio, soprattutto qualora perda la sua originaria tonicità.

Allo stesso modo, la mastoplastica riduttiva è vivamente consigliata qualora il seno abbia un volume tale da rendere difficoltosa la pratica di uno sport, oppure nel caso in cui il peso del seno sia tale da gravare eccessivamente sulla schiena, causando così dolori o difetti di postura.

Come si esegue la mastoplastica riduttiva?

Tecnicamente, la mastoplastica riduttiva si esegue effettuando delle piccole incisioni cutanee sulla mammella e prelevando, dal suo interno, delle quantità ghiandolari.

Gli odierni interventi di mastoplastica riduttiva hanno una durata piuttosto breve, di circa un’ora, e sono eseguiti con delle soluzioni anestetiche particolarmente efficaci che rendono ancor più rapido il recupero post-intervento.

L’odierna mastoplastica riduttiva: ottimi risultati e massima sicurezza

La mastoplastica riduttiva moderna ha raggiunto dei livelli di qualità e di sicurezza davvero massimi, di conseguenza affidandosi ad un centro specializzato ci si può sottoporre all’intervento in totale tranquillità e senza dover rispettare particolari degenze: solo in rari casi, infatti, il chirurgo può suggerire alla paziente di riposare in clinica per una notte prima di tornare a casa.

I tagli cutanei realizzati per l’intervento non comportano l’insorgere di cicatrici, anche perchè seguono le naturali forme della mammella e dell’areola; questo aspetto è molto importante, dal momento che in passato analoghi interventi offrivano, proprio per tale motivo, un risultato estetico non perfetto.

Oggi, allo stesso modo, possono sottoporsi senza problemi ad una mastoplastica riduttiva anche le donne giovani, o comunque in età fertile: un intervento chirurgico di questo tipo, infatti, non altera le naturali capacità di allattamento.

Quali risultati ci si possono garantire?

I risultati di un intervento di mastoplastica riduttiva sono immediatamente apprezzabili, ma come in tutti gli interventi chirurgici è necessaria qualche settimana affinché si completi l’assestamento ed il seno acquisisca definitivamente la sua nuova forma.

Il risultato di una mastoplastica riduttiva è assolutamente naturale, ed è impossibile, osservando il seno, intuire che la donna si è sottoposta ad una correzione di tipo chirurgico.

Perché sottoporsi ad un intervento di mastoplastica riduttiva a Firenze?

Sottoporsi ad un intervento di un medico specializzato in mastoplastica riduttiva a Firenze a può essere certamente un’ottima idea, dal momento che in questa città toscana operano dei medici chirurghi specializzati in mastoplastica riduttiva e, in generale, nella chirurgia estetica del seno.

Il dialogo preliminare tra professionista e paziente è importantissimo, ed i chirurghi che operano a Firenze sono a piena disposizione delle loro clienti per fornire ogni chiarimento e per fissare delle visite specialistiche propedeutiche all’intervento.

Lavaleriana.it: tutte le informazioni su un prodotto innovativo

valeriana contro stress

Valeriana, un calmante naturale per momenti di stress

La valeriana è una pianta conosciuta da secoli per le sue proprietà calmanti e rilassanti, senza indurre sensazione di stordimento. Si tratta di un sedativo naturale che se assunto secondo criterio non ha alcun effetto collaterale, a differenza dei farmaci di sintesi che possono recare una serie di fastidi.

La valeriana è un ottimo alleato per coloro che vivono un periodo di stress e che patiscono nell’arco della giornata di alcuni momenti di ansia. E’ utilissima inoltre per coloro che hanno difficoltà ad addormentarsi ed attraverso di essa possono ritrovare il piacere di un sonno tranquillo e non disturbato da incubi o continui risvegli.

La valeriana è dunque una scelta e non un ripiego, poiché le sue proprietà sono conosciute e certificate. Non si tratta di un placebo ma del prezioso aiuto che proviene dalla natura per porre rimedio ad alcuni fastidi spesso veicolati dal mondo contemporaneo.

 

Valeriana System, il rimedio realmente efficace per ansia e insonnia

Valeriana System non è un semplice integratore di valeriana, ma racchiude in sé una serie di principi attivi utilissimi per ristabilire l’equilibrio psicofisico della persona. Esiste in due formulazioni, ognuna con concentrazioni diverse e specifiche a seconda del motivo per cui la si assume.

All’interno delle capsule è presente anche la vitamina B6 che è indispensabile per il corretto del cervello e del fisico in generale, permettendo la rigenerazione cellulare e lo sprigionare dell’energia del corpo. Le due formulazioni prendono il nome di Valeriana System e Valeriana System Forte 300.

Usare la Valeriana contro lo Stress

Valeriana System per stati di stress e tensione

Si tratta di compresse con formulazione a rapido rilascio, tanto che l’effetto benefico della valeriana inizia a partire da appena otto minuti dopo l’assunzione. E’ disponibile in confezioni da trenta o da settanta compresse.

Si tratta di un rimedio naturale senza controindicazioni che aiuta a ritrovare in pochi minuti la calma, ponendo fine immediatamente a stati di stress e tensione. Oltre alla valeriana sono presenti, tra gli altri componenti, la vitamina B6 ed il Triptofano che è un amminoacido che favorisce il rilassamento.

 

Valeriana System Forte 300 per stati d’ansia e disturbi del sonno

Si tratta dell’integratore a base di valeriana più potente sul mercato. Non richiede prescrizione medica ed è utilissima per coloro che soffrono di disturbi del sonno, se assunta prima di dormire, ma è un valido aiuto anche per coloro che soffrono di stati di ansia durante le ore diurne.

Non provoca stordimento, dunque rilassa senza inficiare le proprie capacità al lavoro, alla guida, ecc.

 

Sanifarma, al servizio del tuo benessere

Valeriana System e Valeriana System Forte 300 sono prodotti le cui informazioni possono essere reperite sul sito lavaleriana.it. Sono prodotti da Sanifarma SRL, società impegnata nell’ideazione, studio, ricerca e sviluppo di prodotti di qualità utili al benessere psicofisico della persona.

I prodotti Sanifarma sono presenti nella tua farmacia e potrai accedere a promozioni dedicate e sconti attraverso i quali garantirti prodotti di provata efficacia ad un prezzo accessibile.

 

Cellule staminali e Calvizie: La nuova cura

L’Alopecia androgenetica, comunemente conosciuta come calvizie, è caratterizzata dalla precoce caduta dei capelli e dalla morte della sua matrice generativa, il follicolo pilifero. Numerose sono gli approcci terapeutici adottati per arginare il problema e forse il più innovativo è quello offerto dalle cellule staminali.

Le CELLULE STAMINALI sono cellule primitive che si trovano nella parte più profonda del bulbo pilifero e che, nell’adulto, restano silenti, non interagendo in alcun modo con le cellule differenziate. Gli studi recenti hanno dimostrato che queste cellule, adeguatamente stimolate, possono riattivarsi e generare un nuovo follicolo, aumentando, nel giro di pochi mesi, la densità dei capelli per centimetro quadrato.

In linea di massima due sono le tecniche principali di utilizzo delle cellule staminali in campo tricologico: il trapianto e le iniezioni di cellule direttamente nel bulbo pilifero.

Nel caso del trapianto, vengono prelevati alcuni follicoli piliferi, con una biopsia totalmente indolore, dai quali successivamente si estraggono le cellule staminali. Queste ultime, messe in un’apposita cultura, si diversificano, producendo altri follicoli pronti per essere reimpiantati nel derma del donatore. Questa tecnica offre notevoli vantaggi se la si confronta con quella tradizionale. I capelli non vengono più sposatati da una zona folta ad una zona glabra ma anzi, con un limitato e contenuto prelievo, si può operare un rinfoltimento generalizzato e duraturo.

Un’altra tecnica, decisamente meno invasiva, e quella dell’autorigenerazione in loco. Sotto la lente del biomicroscopio, il follicolo prelevato, viene analizzato e suddiviso in più sezioni longitudinali, contenenti una piccola parte di zona germinativa, cioè di cellule staminali. Le sezioni così ottenute vengono direttamente trapiantate nella zona calva dove si riproducono e si diversificano generando dei nuovi capelli. Sono entrambe tecniche molto valide, fatte in una o più sedute, a seconda dell’estensione della zona da trattare.

Sempre per COMBATTERE LA CALVIZIE, le CELLULE STAMINALI possono direttamente essere iniettate nel bulbo pilifero per stimolarne la crescita e risvegliare la parte germinativa dei follicoli.

Al paziente vengono prelevati circa 100 ml di sangue che viene poi sottoposto a centrifugazione per separare il plasma dai globuli rossi. Successivamente, con un marker specifico, si raccolgono le cellule staminali e le si iniettano con aghi da mesoterapia.

Quando la calvizie è molto avanzata o il cuoio capelluto è particolarmente duro, si ricorre alle cellule staminali mesenchimali presenti nel tessuto adiposo.

Le Cellule Staminali mesenchimali hanno la proprietà di attaccarsi alle membrane delle altre cellule e tendono a sostituirsi a quelle invecchiate favorendo la rigenerazione del follicolo e migliorando gli scambi ormonali, spesso causa della calvizie precoce, sulla superficie del cuoio capelluto. In questo modo il capello si irrobustisce e, senza alcun tipo di trapianto, si limitano i danni dell’alopecia androgenetica.

L’utilizzo delle cellule staminali risolve definitivamente la calvizie, le tecniche di trapianto o d’infusione si praticano in centri tricologici specializzati presenti solo in alcune città.

In linea di massima si può dire che, data la particolare vitalità delle cellule staminali, nel caso di autotrapianto, le iniezioni fatte in una fase successiva, stimolano gli innesti e ne facilitano lo sviluppo aumentando considerevolmente la circolazione intradermica.