Come sfruttare al massimo i materiali innovativi presenti sulla Terra

Materiali Innovativi Ecosostenibili: quali sono?

 

L’eco sostenibilità applicata all’edilizia, è una iniziativa da poco intrapresa per la salvaguardia dell’ambiente, per abbattere l’elevato costo energetico e per avere un ambiente sano, sicuro e confortevole dove poter vivere.

L’utilizzo di prodotti chimici nei materiali da costruzione tradizionali, sono stati riconosciuti da tempo come nocivi per la salute dell’uomo. La scelta responsabile di utilizzare materiali innovativi ed ecosostenibili per la costruzione delle nostre case, è diventata quasi d’obbligo. Vediamo alcuni di questi prodotti:

 

MICELIO DEI FUNGHI

Questo materiale viene principalmente utilizzato come isolate per la coibentazione delle pareti. La sua efficacia si sviluppa se viene posizionato tra due pannelli di legno, per garantirne così l’escursione termica. Il micelio dei funghi sostituisce a tutti gli effetti le schiume chimiche, che venivano impiegate per la coibentazione delle case costruite in legno.

Il prodotto, chiuso all’interno dei tramezzi che formano le pareti della casa, si radica nel giro di pochi giorni creando una vera e propria fitta ragnatela. Dopo un mese circa, seccandosi, costituisce uno strato solido, durevole, isolante e resistente al fuoco. I materiali derivanti dal micelio dei funghi, hanno un costo irrisorio rispetto a qualsiasi altro materiale da costruzione con caratteristiche simili.

 

BIOMATTONE

Il bio mattone è ricavato da canapa e scarti di pietra calcarea. Il nome dato a questo prodotto, potrebbe indurre a pensare che sia un materiale da costruzione ma, anche se ha una notevole resistenza, non è in grado di poter sostenere il carico portante nella realizzazione di un edificio. Oltre ad avere caratteristiche isolanti è eterno in quanto, se rimosso dopo la costruzione, si può sfaldare, riciclare e riutilizzare per farne dei nuovi mattoni.

Lista dei migliori materiali innovativi ecosostenibili

Paragonato ai materiali tradizionali, ha un costo di gran lunga inferiore. E’ altamente permeabile: a contatto con l’umidità la assorbe per poi rilasciarla se l’ambiente circostante è secco. Può essere utilizzato nelle nuove costruzioni come parete isolante; nei vecchi edifici come isolamento esterno; in qualsiasi struttura può essere messo in opera come vespaio areato o come isolante sotto al pavimento; viene anche utilizzato come isolante acustico per le pareti interne.

 

LANA DI PECORA

Questo materiale naturale, si ricava dagli scarti della lana di pecora che non può essere utilizzata per la produzione nell’industria tessile. Al filato puro, viene aggiunto un 20-25% di polistirene riciclato (ricavato dal recupero delle bottiglie di plastica) che, assorbito dalla lana, ne costituisce la struttura elastica senza che ne siano compromesse le caratteristiche ecologiche del prodotto.

Vengono così realizzati pannelli o materassini che trovano il loro utilizzo nell’edilizia, sfruttando le sue proprietà isolanti. E’ un ottimo prodotto naturale, che si può adoperare in sostituzione delle fibre minerali fino ad oggi impiegate per l’isolamento acustico. La lana di pecora ha un elevato controllo sull’umidità, evitando così fenomeni di condensa.

Grazie alla sua struttura proteica, non può produrre muffe, non è soggetta a batteri ed essendo traspirante purifica l’aria, assorbendo e neutralizzando i gas inquinanti e le polveri sottili. Questo materiale, oltre ad essere naturale, riciclabile ed ecologico, protegge sia dal caldo che dal freddo.

La lista dei materiali innovativi è molto più lunga!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *